Toolkit del Consiglio d’Europa. Una risorsa sempre attuale per il supporto linguistico ai rifugiati
20 Settembre 2021
Protetto: Progetto “Studio conoscitivo sui minori stranieri non accompagnati in Italia e l’accesso all’istruzione”
21 Settembre 2021
Vedi tutti

Libro Verde sul governo delle migrazioni economiche

Il Libro Verde sul governo delle migrazioni economiche è stato redatto dal Settore Economia e Lavoro di Fondazione ISMU, sulla base di una ricognizione della letteratura e della reportistica più recente e di una serie di focus group e interviste a esperti e testimoni privilegiati.

Si tratta di una raccolta di analisi, indicazioni e proposte formulate a partire da quanto scaturito dallo studio: il volume non rappresenta la posizione “ufficiale” di Fondazione ISMU o dei singoli autori, ma una sintesi ragionata di quanto emerso dall’analisi della letteratura e dal confronto con esperti e stakeholder. Inoltre, pur nella consapevolezza del legame che unisce i sistemi migratori, i modelli di integrazione e i regimi di cittadinanza, le proposte qui presentate sono circoscritte al tema del governo delle migrazioni economiche.

Il Libro Verde vuole costituire una prima piattaforma di discussione per l’elaborazione di un Libro Bianco dedicato alle proposte di modifica del quadro legislativo in vigore e all’individuazione delle priorità in tema di governo e governance del mercato del lavoro.

Si invitano dunque tutti gli interessati a fare pervenire i propri suggerimenti, integrazioni e rilievi critici scrivendo, entro il 30 novembre 2021, all’indirizzo: economialavoro@ismu.org.

Lo studio per la stesura di questo Libro Verde è stato diretto da Laura Zanfrini, responsabile del Settore Economia e Lavoro della Fondazione ISMU, che è anche l’autore delle Sezioni 1.1, 1.2, 1.3, 2.1, 2.2, 2.3, 2.4, 3.7 e delle Conclusioni.

Alla realizzazione dei focus group e delle interviste hanno collaborato Francesca Giuliano e Annalisa Currò che sono anche gli autori, rispettivamente, delle Sezioni 1.4-3.1 e 3.2.

Altri collaboratori della Fondazione (Luca Merotta, Annavittoria Sarli e Diego Boerchi) si sono occupati della stesura delle Sezioni 3.3, 3.5 e 3.6 sulla base di materiali prodotti nell’ambito di precedenti progetti ISMU.

Luigi Bonatti e Silvio Traverso hanno realizzato lo studio ad hoc i cui risultati sono presentati nella Sezione 3.4.

Paolo Bonetti ha garantito la consulenza giuridica per la redazione delle Sezioni 1.2, 1.3, 2.2, 2.3 e 2.4.

 

Parte prima. Il quadro di riferimento

1.1. La pandemia sarà uno spartiacque nella gestione delle migrazioni economiche?

1.2. Dalla transizione migratoria alla crisi pandemica: cinquant’anni di politiche e “non-politiche” migratorie

1.3. Il modello italiano di governo delle migrazioni economiche. Cosa non ha funzionato?

1.4. Le Direttive europee di riferimento e i nuovi canali per la migrazione legale di manodopera

 

Parte seconda. Approfondimenti settoriali

2.1. Prendersi cura del lavoro di cura

2.2. I frutti attesi della pandemia: “coltivare” un nuovo modo di fare agricoltura

2.3. Il Settore sanitario: un’altra emergenza dopo l’emergenza?

2.4. L’Italia non vuole la “wanted migration”? Oltre l’approccio respingente nella gestione della migrazione altamente qualificata e imprenditiva

 

Parte terza. Approfondimenti tematici

3.1. Misure e programmi pre-partenza

3.2. Sinergie virtuose tra gestione delle migrazioni climatiche e risposta ai fabbisogni del mercato del lavoro

3.3. Migrazioni e sviluppo economico. Orientamenti e opportunità della cooperazione allo sviluppo tra Unione Europea e Africa

3.4. Una proposta di sussidiarizzazione dei bassi salari

3.5. 3.5. Il riconoscimento dei titoli di studio conseguiti all’estero: un’opportunità sulla carta?

3.6. Valorizzare le soft skill per contrastare la marginalità occupazionale

3.7. Indicazioni per le imprese e le altre organizzazioni di lavoro

 

Conclusioni

Oltre lo spartiacque. Un decalogo di proposte

Autore: Settore Economia e lavoro
Anno: 2021
Editore: Fondazione ISMU
Tipologia: Rapporti