Salute senza frontiere II. Salute e medicina interculturale
14 Giugno 2021
Giornata mondiale del rifugiato
18 Giugno 2021
Vedi tutti

Emersione dei rapporti di lavoro: ritardi e ostacoli di una procedura “a rischio”

A un anno dall’avvio della procedura di regolarizzazione ed emersione del decreto legge n. 34 del 2020, si propone con il presente paper un aggiornamento sullo stato della procedura, dalle varie circolari ministeriali pubblicate ai recenti dati sui gravi ritardi accumulati dalle Prefetture. L’inefficienza degli enti preposti all’esame delle domande è sicuramente imputabile a una mancata valutazione delle forze disponibili per far fronte a una procedura di emersione e regolarizzazione di questa portata, sebbene i numeri fossero stati stimati correttamente anche dallo stesso Ministero dell’Interno.
Ma le conseguenze dei ritardi e degli ostacoli rischiano di mettere in pericolo la buona riuscita dell’intera procedura di emersione, vanificando gli sforzi ministeriali e di tutta la comunità (si pensi, oltre ai lavoratori, ai datori di lavoro impegnati nei procedimenti).
Servirebbe, oltre a una spinta di accelerazione della procedura aperta, un ripensamento generale della politica migratoria per motivi di lavoro, quest’anno peraltro già complicata dalle difficoltà di entrata dei lavorati stagionali a causa della pandemia da covid-19.

Autore: Sara Morlotti
Anno: 2021
Editore: Fondazione ISMU
Tipologia: Paper, Fact sheet e articoli