Webinar Europa, Africa e migrazioni
12 Febbraio 2021
Progetto “MiWorld Young Film Festival – MiWY 2^ edizione”
16 Febbraio 2021
Vedi tutti

Progetto “ITACA – Italian cities against discrimination”

Al via il progetto REC (Rights, Equality and Citizenship)

ITA.C.A
(Italian Cities Against Discrimination)

 

Fondazione ISMU insieme a ICEI (Ente capofila), Fondazione Mondinsieme, il Comune di Reggio Emilia e il Comune di Modena si uniscono per prevenire e contrastare le discriminazioni sistemiche ed istituzionali.

Ai partner menzionati, si aggiungono altri 5 Comuni aderenti alla Rete delle Città Interculturali ICC (Viareggio, Olbia, Casalecchio di Reno, Fucecchio e Novellara) che si rendono disponibili ad identificare i meccanismi, all’interno della propria amministrazione comunale, che possono generare discriminazioni dirette e indirette.

ITA.C.A nasce dal presupposto che il tema delle discriminazioni sistemiche ed istituzionali e del fattore etnico razziale, è un argomento ancora poco dibattuto nonostante la giurisprudenza abbia spesso affrontato questa materia.

Il progetto è promosso in collaborazione con UNAR (ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione) e il Programma Intercultural Cities del Consiglio d’Europa.

Obiettivi

  • promuovere l’efficace attuazione della legislazione, delle politiche e delle pratiche di non discriminazione per prevenire e contrastare le discriminazioni dirette e indirette all’interno delle amministrazioni municipali
  • promuovere la cooperazione pubblico-privato nelle città per aumentare la consapevolezza e la conoscenza dei diritti tra i cittadini e le organizzazioni del territorio.

Tali obiettivi verranno perseguiti attraverso le seguenti azioni

  • mappatura delle pratiche antidiscriminatorie all’interno dei servizi comunali
  • realizzazione di sessioni formative per lo staff dei Comuni, sulla legislazione le politiche e le pratiche antidiscriminatorie
  • implentazione degli strumenti operativi per contrastare le discriminazioni sistemiche e istituzionali con conseguente stesura e sperimentazione delle “Linee guida sulle politiche e pratiche antidiscriminatorie all’interno dei Comuni” all’interno di 2 città pilota (Reggio Emilia and Modena)
  • realizzazione di workshop e laboratori formativi su discriminazioni e advocacy con le associazioni della società civile e lo staff dei Comuni aderenti al progetto
  • organizzazione di eventi territoriali e di una campagna di comunicazione sui social media per promuovere una narrativa positiva sul tema della diversità in un’ottica di informazione e sensibilizzazione.

Risultati attesi

  • aumento delle competenze e delle conoscenze da parte dello staff dei Comuni riguardo al tema e dotazione di nuovi strumenti per prevenire e contrastare pratiche e politiche che generano discriminazioni
  • rafforzamento della cooperazione pubblico-privato per una più efficace applicazione della legislazione antidiscriminatoria.

Il confronto con le città della rete ICC (InterCultural Cities programme)

Oltre alle attività legate al quadro italiano, ITA.C.A avrà uno sguardo sul contesto europeo. I Comuni italiani coinvolti, infatti, potranno conoscere esperienze promosse da altre città dell’Unione Europea. Questo sarà possibile grazie alla partecipazione ad eventi organizzati dal Consiglio d’Europa, una study visit presso una delle Città della Rete ICC e l’organizzazione di un evento di policy sharing a Bruxelles presso la Commissione Europea.

Cosa fa ISMU

Supporta scientificamente tutte le attività del progetto e in particolare Fondazione ISMU mette a disposizione la propria rilevante esperienza nella ricerca scientifica e formazione sui fenomeni migratori e in particolare sulle politiche e pratiche antidiscriminatorie con un team di ricercatori ed esperti di diversi settori.

Fondazione ISMU si occuperà, in particolare, della ricerca preliminare (monitoraggio e mappatura di buone pratiche – WP2.1) e della formazione di alta qualità previste nel progetto (WP2.2). Inoltre supporterà i Comuni di Reggio Emilia e Modena nel percorso finalizzato alla stesura delle linee guida per le politiche antidiscriminatorie (WP2.5 e WP3).

Quanto si svolge

da novembre 2020 a ottobrer 2022
(24 mesi)

Il progetto “ITACA – Italian cities against discrimination (Città italiane contro la discriminazione)”

è co-finanziato dalla Commissione Europea attraverso
il Programma “Rights, Equality and Citizenship”.

è coordinato da ICEI – Istituto di Cooperazione Economica Internazionale in partnership con

 Comune di Reggio EmiliaComune di ModenaFondazione MondoInsieme e Fondazione ISMU

ed è promosso in collaborazione con

UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali),
ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione) e
Programma Intercultural Cities del Consiglio d’Europa