Evento finale progetto Coltiviamo l’integrazione
31 Agosto 2022
È tempo di rientro a scuola. Le nostre guide per docenti, dirigenti e personale scolastico
6 Settembre 2022

Progetto “Crescere insieme”

Il progetto mira a costruire una rete territoriale per la protezione dei minori stranieri non accompagnati, coordinata dalla Prefettura – UTG di Milano, per incrementare la capacità del sistema di tutela dei minori stranieri non accompagnati, attivando interventi in grado di gestire la complessità e multidimensionalità dei bisogni di dei MSNA

Obiettivi

Young,Diverse,Couple,Give,Fist,Bump,,Agree,To,Bring,Plan
  • Rafforzare la collaborazione interistituzionale relativamente al tema dei MSNA
  • potenziare le capacità del sistema di presa in carico dei MSNA attraverso una connessione stabile fra strutture e servizi del territorio
  • rafforzare le capacità di rilevazione e trattazione precoce delle emergenze socio-assistenziali e psicologiche
  • favorire l’attuazione del Protocollo multidisciplinare per la determinazione dell’età dei MSNA mettendo a regime prassi operative replicabili a livello nazionale
  • qualificare gli attori del territorio attivando percorsi formativi e comunità di pratica permanenti come luogo di confronto, formazione, informazione e disseminazione di sperimentazioni progettuali

Azioni

  • Supporto alla riattivazione del Tavolo sui MSNA con lo scopo di facilitare lo scambio e il confronto di una Rete Permanente composta dagli attori attivi sul territorio attraverso

  • l’istituzione di un Comitato di consulenza scientifica composto da esperti con competenze multidisciplinari sul tema dei MSNA
  • la realizzazione di una mappatura completa del fenomeno dei MSNA sul territorio e delle buone pratiche attive
  • l’accompagnamento a una attività di valutazione e modellizzazione volta a definire delle Linee guida sulla base del modello di intervento sperimentato
  • Potenziamento del sostegno ai Tutori volontari. Saranno rafforzati i servizi di sostegno attraverso

  • una analisi puntuale del fabbisogno dei Tutori volontari
  • la definizione e realizzazione di percorsi formativi dedicati ai tutori
  • l’erogazione di un servizio di mediazione linguistico-culturale a sostegno dei colloqui con i tutori
  • Potenziamento delle capacità del sistema di presa in carico dei MSNA anche in riferimento alle ripercussioni della pandemia COVID-19

  • attraverso la collaborazione con le strutture sanitarie del territorio, una volta identificate le situazioni di criticità, si attueranno delle fasi di presa in carico per tutte quelle vulnerabilità che i MSNA presentano
  • Comunità di pratica permanenti

  • istituzione di una Comunità di pratica (CdP) dedicata ai Tutori volontari
  • istituzione di una CdP dedicata ai Gestori dei centri di accoglienza per MSNA
  • Rafforzamento delle capacità di rilevazione e trattazione precoce delle emergenze socio-assistenziali e psicologiche di ciascun minore, attraverso

  • raccolta anamnestica (storia familiare e ambientale)
  • presa in carico psicologica individuale
  • studio sui traumi con approccio EMDR
  • valutazione post terapia
  • creazione di un database per favorire la raccolta sistematica delle informazioni e dei trascorsi dei MSNA
  • realizzazione di uno studio di campione per identificare i processi di adattamento adeguato alle avversità, ai traumi, agli abbandoni nonché a minacce significative per la salute
  • Comunicazione e disseminazione

  • realizzazione della linea coordinata di progetto
  • organizzazione di un evento finale di restituzione
  • Supporto all’attuazione del Protocollo multidisciplinare per la determinazione dell’età dei MSNA

  • organizzazione di eventi mirati con profili medici multidisciplinari al fine di garantire anche il confronto e consentire un effettivo accrescimento delle conoscenze in materia
  • diffusione tramite canali on line

Destinatari e durata

 Destinatari sono i MSNA, gli operatori pubblici e privati, i tutori volontari e i gestori/operatori dei centri di accoglienza .

Durata: 2022-2023

Progetto co-finanziato dall’Unione Europea attraverso il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione 2014-2020