Cosa dicono i dati sulla povertà riguardo le future criticità legate all’emergenza COVID-19 – Comunicato stampa 16.6.2020
16 Giugno 2020
21 giugno: Giornata mondiale del rifugiato
17 Giugno 2020
Vedi tutti

Primo Report sulla regolarizzazione del Ministero dell’Interno

Farm workers harvesting yellow bell peppers near Gilroy, California. Crews like this may include illegal immigrant workers as well as members of the United Farm Workers Union founded by Cesar Chavez.

I principali dati

 

Ogni giorno, dal 1° giugno, sono state presentate dai datori di lavoro al portale del Ministero dell’Interno oltre 2.100 domande di regolarizzazione dei rapporti di lavoro nell’ambito della procedura di emersione prevista dall’articolo 103, comma 1, del decreto legge n.34 del 19 maggio 2020 per i settori dell’agricoltura, del lavoro domestico e di assistenza alla persona.

Alle ore 13 di lunedì 15 giugno le domande pervenute sono, complessivamente, circa 32mila: di cui 23.950 già perfezionate e 7.762 in corso di lavorazione.

Per quanto riguarda i diversi settori interessati, il lavoro domestico e di assistenza alla persona rappresenta il 91% delle domande già perfezionate (21.695) e il 76% di quella in lavorazione (5.906).

la Lombardia è al primo posto per le richieste presentate per il lavoro domestico e di assistenza alla persona e la Campania per quello agricolo.

Nella distribuzione delle domande per Paese di provenienza del lavoratore, ai primi posti risultano il Marocco, l’Egitto e il Bangladesh per il lavoro domestico e di assistenza alla persona; l’India, l’Albania e il Marocco per l’agricoltura e l’allevamento.

Su 23.950 datori di lavoro che hanno perfezionato la domanda di regolarizzazione 17.294 sono italiani (il 72% del totale).

Dal 1° giugno  al 13 giugno, sono 1.208 le richieste di permesso di soggiorno temporaneo presentate agli sportelli postali da cittadini stranieri ai sensi dell’articolo 103, comma 2, del decreto rilancio che riguarda i titolari di permessi di soggiorno scaduti dal 31 ottobre 2019

È possibile presentare le domande di regolarizzazione fino al prossimo 15 luglio esclusivamente per via telematica al seguente indirizzo https://nullaostalavoro.dlci.interno.it/. (Tutte le informazioni sono disponibili su questo portale nello speciale Emersione dei rapporti di lavoro).