Percorso di formazione “Intrecciare storie vicine e lontane” – Rimandato a data da destinarsi
20 Dicembre 2019
Seminario “L’islam in Italia. Un’identità in formazione”
16 Gennaio 2020
Vedi tutti

The Global Compact on Refugees: which future for a comprehensive instrument in response to people’s displacement

In un periodo storico in cui la migrazione è una preoccupazione quotidiana, il Global Compact on Refugees rappresenta l’ambizione politica della comunità internazionale di cooperare per la creazione di un quadro per una condivisione delle responsabilità più prevedibile ed equa. In effetti, offre un modello a governi, organizzazioni internazionali e altre parti interessate per fornire vantaggi sia ai rifugiati che alle comunità che li ospitano, garantendo, da un lato, che le comunità ospitanti ottengano il sostegno di cui hanno bisogno e, dall’altro, che i rifugiati possono condurre vite produttive.

Lo scopo di questo documento è di delineare il processo che ha portato all’adozione del patto, illustrando le caratteristiche e il contenuto di questo strumento non vincolante, cercando di valutare se uno qualsiasi dei suoi obiettivi risulterebbe fattibile e se potesse essere la risposta alle sfide poste da un elevato numero di rifugiati registrati oggi.

Quindi, delineeremo un quadro della situazione attuale in alcuni paesi, al fine di evidenziare i progressi della sua attuazione in tutto il mondo e concentrarsi sul ruolo svolto da ciascuno Stato durante la fase delle consultazioni prima della sua adozione. Considerando che il GCR è nato meno di un anno fa, sarà difficile individuare un consistente passo avanti nel raggiungimento dei suoi obiettivi, ma sarà comunque utile delineare lo stato di avanzamento.

Autore: Erika Colombo
Anno: Dicembre 2019
Editore: Fondazione ISMU
Tipologia: Rapporti