www.vivereinitalia.eu

FONTE DI FINANZIAMENTO
Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi (FEI)

ENTE PROMOTORE
Regione Lombardia – Direzione Generale Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato

PRTNER
Fondazione Ismu –  Iniziative e studio sulla multietnicità
Ufficio Scolastico regionale per la Lombardai
CTP Cinisello (MI) – IC “Piazza Costa”
CTP Eda Costa Volpino (BG) – I.C. “Fratelli d’Italia”
CTP Franchi Brescia
CTP Como – IC Como centro città
IC Cremona I
CTP Lecco – IC Statale Lecco3 “Angelo Stoppani”
IC Lodi III
IC Castel Goffredo (MN)
CTP Desio c/o IC “Via Prati” – Monza Brianza
CTP Pavia – ISS Alessandro Volta
CTP Sondrio – c/o IC Sondrio “Paesi Orobici”
CTP Saronno (VA) – ITIS Riva
Fondazione Caritas ambrosiana
Farsi Prossimo onlus Società cooperativa sociale
Fondazione Enaip Lombardia
Galdus Società cooperativa sociale
Consorzio sociale Light
Mestieri consorzio di cooperative sociali SCS
Progetto Integrazione cooperativa sociale ARL onlus

DESTINATARI
Destinatari principali dell’intervento sono i cittadini stranieri provenienti da paesi terzi con bisogni formativi legati all’apprendimento dell’italiano L2 e dell’educazione civica.

AREE PROGETTUALI E AZIONI
Apprendimento/insegnamento Italiano L2.
La terza edizione del progetto prevede la realizzazione, in tutte le province lombarde, di percorsi formativi di integrazione linguistica e sociale modulari, definiti secondo le esigenze specifiche dell’utenza e realizzati nel rispetto delle direttive del QCER e in base a quanto previsto dalle Linee guida per la progettazione dei percorsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana predisposte dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Nello specifico Vivere in Italia realizza corsi di educazione civica e di italiano di livello base (dedicati a analfabeti anche in lingua madre), di livello A1, A2 e B1 validi ai fini dell’Accordo di integrazione e per l’ottenimento del permesso di lungo soggiorno. Oltre all’attività formativa il progetto prevede:

  • servizi mirati di accoglienza e orientamento;
  • servizi complementari: di baby sitting e di mediazione linguistico-culturale, di orientamento al lavoro e bilancio di competenze, informativi;
  • servizi strumentali: la produzione di materiali didattici innovativi, la formazione formatori (comprensiva di formazione specialistica Ditals), il potenziamento delle strutture formative locali.


ATTIVITÀ ISMU
La Fondazione Ismu garantisce la supervisione scientifica, il supporto al coordinamento, il monitoraggio e la valutazione del progetto.

Inoltre cura la produzione di materiali didattici quali:

  • la redazione della guida per la gestione della classe plurilingue;
  • la realizzazione e prima sperimentazione del Memory per l’accordo di integrazione, strumento che accompagna lo straniero nelle tappe di espletamento e verifica dell’accordo;
  • la realizzazione dei Libretti di cittadinanza, contenenti i principi dell’educazione civica italiana:

Oltre a ciò Ismu realizza l’accompagnamento pedagogico dei docenti di italiano L2 coinvolti nel progetto attraverso la figura del facilitatore didattico, corsi di formazione ad hoc, seminari e la realizzazione di sette corsi finalizzati alla certificazione Ditals.

Infine Ismu cura la produzione dei materiali informativi del progetto e la realizzazione e il mantenimento del sito.

PRODOTTI (OUTPUT)
Guida per la gestione della classe plurilingue;
Memory per l’accordo di integrazione;
Pubblicazione di sintesi del progetto;
Libretti di cittadinanza;
Convegno conclusivo del progetto.