Logo_rirvawww.reterirva.it

Numero Verde: 800 72 20 71
(dal lunedì al venerdì 9.00-16.00)

ENTE FINANZIATORE
Progetto 106699 az. 6 finanziato dal Fondo Rimpatri, FR AP2013 e Ministero dell’Interno (approv. Prot. 1723 del 13/08/2014)

ENTE PROMOTORE/CAPOFILA
Consorzio Nazionale Idee in Rete S.C.S

PARTNER
CIR, Consiglio Italiano per i Rifugiati
GEA, cooperativa sociale di mediazione interculturale
OXFAM Italia, ONG di cooperazione internazionale
CNOAS, Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali

PARTNER DELLA RETE DI SOSTEGNO AL PROGETTO
Fondazione ISMU

DESTINATARI

  • cittadini di Paesi terzi potenzialmente interessati ad accedere alla misura di RVA;
  • tutte le organizzazione pubbliche e private, a vario titolo impegnate nei servizi di contatto con i cittadini di Paesi terzi;
  • istituzioni locali, quali servizi sociali o sportelli migranti di Comuni, Province e direzioni competenti delle Regioni, cooperative, ONG, ass. di volontariato, ass. di categoria; Prefetture, Questure;
  • rappresentanze di Paesi terzi in grado di sostenere i percorsi di ritorno dei migranti nei loro Paesi di origine.

 

DESCRIZIONE
RIRVA è la “Rete Italiana per il Ritorno Volontario Assistito” che dal 2009 (dal 2009 a giugno 2012 con il nome di NIRVA), grazie al finanziamento del Ministero dell’Interno e del Fondo Europeo per i Rimpatri intende promuovere una maggiore informazione ed una migliore attuazione della misura del Ritorno Volontario Assistito (RVA) attraverso la costruzione di una rete nazionale di punti di informazione e consulenza ad enti, associazione e migranti. Negli anni questo lavoro ha consentito la creazione di un vero e proprio sistema di riferimento nazionale sul RVA in grado di informare migranti e realtà attive sul tema, e accompagnare la segnalazione dei casi di cittadini di Paesi Terzi interessati ad accedere ai progetti che attuano la misura.

MODELLO ORGANIZZATIVO

  1. Coordinamento nazionale
  2. Aderenti: enti/organizzazioni pubbliche o private che hanno richiesta di far parte della Rete con il ruolo di:
  • Punti Informativi – PI (strutture o servizi che già svolgono attività diinformazione/accoglienza/accompagnamento a cittadini stranieri, dedicate all’informazione dei migranti sulla misura, all’accompagnamento all’accesso e alla segnalazione dei casi);
  • Punti di Sensibilizzazione – PS (supportano l’attività informativa e di concertazione interistituzionale della Rete, tra cui regioni e realtà nazionali);
  • Focal Point – FP (realtà regionali o sovraregionali incaricate dell’animazione e del supporto ai Punti Informativi e ai Punti di Sensibilizzazione).

Alla Rete RIRVA ad oggi aderiscono oltre 300 realtà interistituzionali (205 PI e 112 PS) che garantiscono un servizio capillare e radicato su tutto il territorio nazionale.

L’adesione alla Rete RIRVA avviene attraverso la sottoscrizione di protocolli/lettere di intenti, disponibili sul sito, che  non comportano alcun impegno di spesa. Gli Aderenti operano all’interno della Rete a titolo gratuito a valorizzazione delle attività e dei servizi già in atto all’interno delle proprie organizzazioni con la possibilità di essere parte di una Rete nazionale di sostegno.

L’attività della Rete è poi sostenuta da un sistema in-formativo articolato in tipologie di interventi e di prodotti diversificati per i molteplici destinatari da coinvolgere su tutto il territorio nazionale: migranti (attraverso: help desk, Punti Informativi, sito e distribuzione di materiale informativo), operatori, istituzioni, cittadinanza e media (attraverso: help desk, aderenti, sito, sessioni e campagne informative).

AREE PROGETTUALI E AZIONI

1. CONSOLIDAMENTO, GESTIONE, ANIMAZIONE e SVILUPPO della RETE RIRVA quale base operativa del sistema in/formativo nazionale sul RVA

  • Aggiornamento e condivisione del modello organizzativo e di gestione della Rete RIRVA e supporto informativo/formativo alle realtà di contatto  con i migranti, aderenti e non alla Rete;
  • Attivazione di 14 Focal Point regionali o sovraregionali, quali snodi di animazione, coordinamento, supporto e monitoraggio dell’attività informativa, di orientamento e consulenza realizzata dagli oltre 300 aderenti localidella Rete RIRVA (205 PI e 112 PS), con particolare riferimento all’attività dei Punti Informativi.

 

2. FORMAZIONE, INFORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE SUL TEMA DEL RVA attraverso il sistema in/formativo RIRVA a sostegno degli attori coinvolti nella realizzazione del RVA, per aumentare la conoscenza sulla misura attraverso:

  • Numero verde e servizio help desk, gestito dal 2011 dalla Rete, per l’informazione e consulenza a migranti ed operatori, attivo per il Programma annuale 2013, per 7 ore, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 – 16.00 (con segreteria telefonica negli altri orari e giorni), gestito da un operatore formato dal punto di vista linguistico e normativo;
  • Sito web www.reterirva.it, per promuovere l’informazione sulla misura del RVA con contenuti informativi sulla misura, sui progetti RVA attivi nell’annualità, procedure e strumenti per la segnalazione dei casi, FAQs;
  • Aggiornamento e diffusione guida operatori su RVA; strumenti della Campagna Informativa nazionale, nuova e precedente (locandine in più lingue, spot video da diffondere);
  • News e  newsletter diffusi attraverso il database RIRVA (12.500 contatti) e quello del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti sociali (oltre 40.000 contatti);
  • Utilizzo di pagina facebook, twitter e app ritorno per ampliare la conoscenza della misura e facilitare il contatto diretto con il PI della Rete RIRVA più vicino o con il Numero Verde Ritorno;
  • Redazione di 1 Piano di comunicazione nazionale e 14 piani di azione e comunicazione regionali o sovraregionali realizzati dai 14 Focal Point territoriali in grado di armonizzare e potenziare il sistema di azioni in-formative programmate a livello nazionale e per un’informazione capillare a livello locale sulla misura, mirata a tutti i target di progetto (Veneto-FriuliVG-TrentinoAA, Lombardia, Piemonte-VdAosta, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Marche-Umbria, Abruzzo-Molise, Puglia, Campania, Basilicata-Calabria, Sicilia, Sardegna).
  • Realizzazione di 25 sessioni in/formative territoriali in collaborazione con aderenti locali e Ordini Regionali Ass. Sociali quali momenti formativi, accreditati per Ass. Sociali, sulla misura e sulla sua attuazione del RVA in Italia.

 

3. RAFFORZAMENTO DELLA COOPERAZIONE CON I PAESI DI ORIGINE, quali attori strategici per la buona riuscita dei progetti di ritorno

  • Coinvolgimento di Ambasciate, Consolati e associazioni di migranti nelle azioni in-formative di progetto;
  • Aggiornamento della sezione del sito su studi e bibliografia riguardante Paesi Terzi (ad oggi ospitata nella sezione “Paesi Terzi” del sito www. reterirva.it);
  • Redazione e diffusione di materiale informativo e news dedicate in lingua sulla misura e sui progetti RVA attivi (francese, inglese e spagnolo) presso tutte le rappresentanze dei Paesi maggiormente coinvolti nel ritorno;
  • Organizzazione di 1 workshop nazionale rivolto a rappresentanze dei Paesi Terzi in Italia, associazioni di migranti e componenti del Network nazionale, stakeholders e decisori politici, quale occasione di confronto su punti di forza ed ambiti di miglioramento e di sostenibilità della misura.

 

RUOLO/ATTIVITÀ ISMU
La Fondazione Ismu  nel suo ruolo di Partner di sostegno opera nel  progetto per:

  1. sostenere con la messa a disposizione di conoscenze e competenze prodotte sul tema generale delle migrazioni e specifico del Ritorno, l’attuazione delle azioni progetto, attraverso la partecipazione di un proprio referente al Comitato di Pilotaggio/ gruppo di lavoro nazionale della Rete;
  2. collaborare nell’aggiornamento della “Guida operatori sul RVA”;
  3. promuovere congiuntamente al coordinatore nazionale, Ordine Assistenti Sociali e Focal point lombardo,  la/le sessione in-formative prevista nella regione ed ulteriori incontri di informazione e formazione degli aderenti alla Rete, operatori ed istituzioni di settore, nonché migranti nella regione Lombardia;
  4. sostenere l’attività del Focal point della Rete RIRVA che si riattiverà in Lombardia, sia dal punto di vista logistico che nel rapporto con la rete interistituzionale regionale di intervento sulle migrazioni di ritorno, considerato il coinvolgimento della Fondazione ISmu nel coordinamento e la gestione della rete OPI lombardi e nella puntuale attività di analisi e monitoraggio del fenomeno migratorio in territorio lombardo e nazionale.

Riguardo al punto 4 la Fondazione Ismu nel suo ruolo di  Focal Point per Regione Lombardia svolgerà le seguenti attività:

  • Verifica e consolidamento della Rete nel territorio lombardo;
  • Coordinamento ed animazione degli aderenti alla Rete RIRVA;
  • Prima informazione e diffusione sulla misura del RVA a tutti i destinatari dell’intervento (migranti, operatori realtà private e pubbliche di contatto con i migranti e delle istituzioni di competenza della misura,media e cittadinanza) sia attraverso i Punti Informativi che azioni specifiche rivolte a migranti (interventi in luoghi di significativa presenza di migranti con distribuzione di materiale informativo attraverso operatori degli stessi luoghi di aggregazione) e stakeholders (organizzazione di almeno una sessione informativa territoriale per regione e provincia autonoma in sinergia con ordine regionale assistenti sociali del territorio);
  • Monitoraggio attività e contatti dei PI.

 

PRODOTTI (OUTPUT)
Brochure informative plurilingue

* * *

Scritta_ritornare per ricominc.


Informazioni:

www.reterirva.it

Logo_Facebook  Facebook

 

Logo_twitterTwitter

 

Contatti:

info@reterirva.itfocal.lombardia@reterirva.it
Numero Verde: 800 72 20 71 (dal lunedì al venerdì 9.00-16.00)