Nome: Ricomincio da Tre

Ente finanziatore: Programma FEI 2012 – AZIONE 7

 Ente-associazione promotore/capofila:
Regione Lombardia – DG Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato

Partner:
Fondazione Iniziative e Studi sulla Multietnicità – ISMU; Provincia di Mantova; Progetto Integrazione; Comune di Pavia; Provincia di Monza e della Brianza; Comune di Milano.

Il progetto coinvolge anche una molteplicità di enti aderenti: Osservatori Provinciali sull’Immigrazione, Prefetture, Difensore Civico Regionale, enti e una rete di attori pubblici, privati e del terzo settore in grado di garantire una capillare attività di sensibilizzazione e informazione, promuovere le azioni progettuali per la prevenzione, contrasto e rimozione dei fenomeni di discriminazione razziale.

Destinatari:
Destinatari diretti delle azioni progettuali sono operatori pubblici e del terzo settore che direttamente o indirettamente operano su temi inerenti l’immigrazione, l’integrazione, le pari opportunità, l’antidiscriminazione. I beneficiari finali del progetto saranno i cittadini di Paesi terzi presenti sul territorio regionale.

Aree progettuali e azioni:
Il progetto prevede una serie di attività da realizzarsi nelle realtà provinciali della regione coinvolgendo una densa rete di attori per implementare le azioni già attivate nell’ambito del Protocollo di Intesa sottoscritto tra Regione Lombardia (RL) e UNAR (dgr 2787 del 22.12.2011) e accordi successivi tra UNAR e RL e tra RL e ISMU. Il governo delle azioni e il coordinamento di tutti gli enti coinvolti, saranno garantiti da una cabina di regia, composta dai soggetti della partnership e da una Cabina di regia allargata, cui parteciperanno anche gli enti aderenti.

Si prevedono le seguenti azioni:

a) realizzazione di una brochure informativa multilingue sul progetto;

b) organizzazione di 3 sessioni informative volte a sensibilizzare e coinvolgere i partner, i soggetti aderenti e le loro reti territoriali, incrementare la consapevolezza dell’atto discriminatorio, promuovere la competenza nel riconoscere e contrastare la discriminazione, nonché incoraggiare le potenziali vittime o i testimoni dell’atto discriminatorio alla segnalazione;

c) erogazione di 8 percorsi di formazione (per un totale di 16 giornate, 128 ore) che si focalizzeranno su aspetti inerenti le discriminazioni, avranno un taglio operativo e lo scopo di fornire ai partecipanti strumenti e metodologie e sistematizzare e avviare l’attivazione delle antenne territoriali;

d) somministrazione, raccolta e analisi di 400 questionari a cittadini stranieri di paesi extra UE per la rilevazione degli atti discriminatori;

e) costruzione di una pagina web sul progetto, contenete una banca dati sulla mappatura aggiornata dei nodi di raccordo, delle antenne territoriali e dei punti informativi e informazioni sui servizi e attività del progetto;

f) sperimentazione di un servizio di consulenza telefonica multilingue con mediatori culturali (Progetto Integrazione);

g) organizzazione di una giornata di sensibilizzazione (Comune di Pavia);

h) implementazione e gestione di uno sportello antidiscriminazione (provincia di Mantova, comune di Pavia e Milano);

i) elaborazione di una guida pratica on-line sull’antidiscriminazione.

Ruolo/attività Ismu:
La Fondazione Ismu prenderà parte alle azioni di coordinamento e gestione del progetto (Cabina di Regia e Cabina di regia allargata). Ismu, inoltre, curerà direttamente la realizzazione delle seguenti attività:

Azione a) – predisposizione della brochure informativa multilingue;

Azione b )– organizzazione operativa delle 3 sessioni informative e di sensibilizzazione.  La  1a sessione, finalizzata alla presentazione e lancio delle attività del progetto si terrà entro gennaio 2014;

Azione c) – programmazione, organizzazione e gestione dei percorsi di formazione. La Fondazione Ismu curerà direttamente l’organizzazione di 7 moduli formativi, pari a 104 ore e 13gg formative (le restanti 3 gg formative previste dal Progetto saranno organizzate e gestite dalla Provincia di Mantova, in raccordo con Ismu e Regione).I moduli formativi si terranno da febbraio a metà giugno 2014;

Azione d) – elaborazione dello strumento di rilevazione dei fenomeni (questionario), analisi, imputazione dei dati e redazione del report conclusivo. I 300 questionari saranno distribuiti attraverso la rete dei partner e dei loro aderenti, i restanti 100 saranno questionari telefonici somministrati dalla cooperativa Progetto Integrazione;

Azione e) – Progettazione e sviluppo della pagina web sul progetto;

Azione i) –guida pratica on-line. La Fondazione Ismu coordinerà tutto il processo necessario alla pubblicazione di questo prodotto che verrà messo on-line entro la fine del progetto. Essa curerà la raccolta dei materiali, in collaborazione con i partner, la redazione del prodotto e la grafica. Pubblicazione on-line e presentazione a giugno 2014;

Infine, Fondazione Ismu si occuperà, in raccordo con il capofila e con i partner del progetto, di tutta l’azione di monitoraggio e di valutazione del progetto.

Prodotti (output):
– 6000 brochure informative multilingue;
-1 guida pratica per operatori

Sito:
www.ricominciodatre.ismu.org

 

pornrips.cc site-rip.cc vip-rip.org