Progetto “Monitoraggio dei rimpatri forzati”
21 settembre 2018
Il toolkit del Consiglio d’Europa: una risorsa per il supporto linguistico ai rifugiati
18 ottobre 2018
Vedi tutti

Progetto “Salute senza frontiere”

Il progetto nel dettaglio

TITOLO

Salute senza frontiere. Prevenzione primaria: rischio oncologico e empowerment di comunità nella salute dei migranti

CAPOFILA E FONTE DI FINANZIAMENTO

LILT – Lega italiana lotta tumori – Fondo 5×1000

PARTNER

Fondazione ISMU

OBIETTIVI

Progetto di prevenzione primaria e determinanti di salute.

Obbiettivo principale del progetto è di promuovere il ricorso ai programmi di prevenzione delle cittadine straniere soggiornanti in Italia poiché, nonostante il costante aumento dei tumori a loro carico, il ricorso alla prevenzione è ancora limitato. Secondo obiettivo è di mettere in atto azioni di prevenzione primaria agendo sugli stili di vita e sulle abitudini alimentari, coinvolgendo gruppi, associazioni, comunità di persone immigrate: come dimostrato in letteratura, la cultura e l’identità del gruppo diventano strumento efficace per influire sui determinanti correlati alla loro salute (Health Literacy  – Nutbeam 2008).

L’intervento proposto è costruito attorno ad azioni educative e di sensibilizzazione ad hoc per le donne migranti: laboratori e seminari di prevenzione in lingua; materiale di divulgazione scientifica, piattaforme di e-learning; formazione interna per il personale LILT, volontari e giovani coinvolti; convegno di restituzione dei dati.

Il progetto, per rispondere a criteri di appropriatezza scientifica, è monitorato attraverso un processo di ricerca e valutazione in collaborazione con Fondazione ISMU, il principale centro risorse in Italia sui temi delle migrazioni.

DURATA

Settembre 2017 – giugno 2019