Progetto “Manchi solo tu. Percorsi di integrazione e prevenzione della dispersione scolastica”
11 maggio 2018
Rapporto “La dispersione scolastica nel Comune di Milano”
14 maggio 2018
Vedi tutti

Progetto “PROVIDE – PRoximity On VIolence: Defence and Equity”

Descrizione

Obiettivo principale del progetto è di contrastare ogni forma di violenza contro le persone rifugiate e richiedenti asilo – donne, uomini, LGBT, bambini, anziani – rafforzando e mettendo in rete  le competenze e le professionalità specifiche.

Il progetto intende sviluppare un protocollo sulle metodologie formative – corredato di linee guida operative – rivolto a professionisti e operatori (assistenti sociali, operatori sanitari, operatori legali) che lavorano a contatto con migrati rifugiati e richiedenti asilo, vittime di violenze.


Scheda

TITOLO

PROVIDE: PRoximity On VIolence: Defence and Equity

PARTNER

Università degli Studi di Palermo  – Italy
Fondazione ISMU – Iniziative e Studi sulla multietnicità – Italy
Società Cooperativa Sociale Badia Grande a r.l.  – Italy
Telefono Donna
Oxfam Italia Intercultura, società cooperativa – Italy
Universidad de Jaen – Spain
Aseis Lagarto (Asociación por el Empleo y la Integración Social) – Spain
Comune di Milano – Italy
Samusocial international – France
Comune di Valderice – Italy
Comune di Trapani – Italy
Agencia Pública Empresarial Sanitaria Hospital Alto Guadalquivir – Spain
Prefettura di Trapani – Italy

OBIETTIVI

Obiettivo principale del progetto è di contrastare ogni forma di violenza contro le persone rifugiate e richiedenti asilo – donne, uomini, LGBT, bambini, anziani – rafforzando e mettendo in rete  le competenze e le professionalità specifiche.

Il progetto intende sviluppare un protocollo sulle metodologie formative – corredato di linee guida operative – rivolto a professionisti e operatori (assistenti sociali, operatori sanitari, operatori legali) che lavorano a contatto con migrati rifugiati e richiedenti asilo, vittime di violenze.

Ulteriore macro-obiettivo del progetto è di adattare ed estendere i risultati della sperimentazione non solo al territorio nazionale ma anche alle altre regioni europee che affrontano il fenomeno delle migrazioni forzate e delle violenze che quotidianamente sono esercitate sui migranti.

In breve, gli obiettivi specifici del progetto sono così riassunti:

  • Riconoscere ogni forma di violenza di genere e di prossimità;
  • Creare un network nazionale e internazionale;
  • Fornire una gestione multidisciplinare e multi-agency del fenomeno;
  • Definire un protocollo integrato per la formazione degli operatori, corredato di linee guida operative;
  • Sperimentare la validità del protocollo ed estenderlo ad altre regioni europee.

 

AZIONI PRINCIPALI
  • Gestione e coordinamento del progetto;
  • Ricerca sulle “Buone pratiche”;
  • Sviluppo e sperimentazione del protocollo sulla formazione;
  • Advocacy e replicabilità del protocollo;
  • Disseminazione e fruizione dei risultati.

 

DURATA

2018-2020