ASC di Scanferlato Antonio franchees Mc Donald’s area Monza e Concorrezzo – Lombardia
29 luglio 2019
Osteria Visconti – Lombardia
29 luglio 2019
Vedi tutti

Istituto Auxologico Italiano Ospedale San Luca – Lombardia

1) Nome e ragione sociale dell’impresa: Istituto Auxologico Italiano – Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

2) Ubicazione dell’impresa: 7 sedi a Milano; 5 sedi in Provincia di Milano; 2 sedi in Provincia di Verbania

Auxologico Procaccini – Via Nicolini, 39 20154 Milano (MI)

3) Settore di attività: servizi ospedalieri e ambulatoriali

4) Tipologia di servizi e/o prodotti: servizi ospedalieri, sanitari – medicali, attività poliambulatoriali, centri ricerche, ricoveri in residenze assistenziali

5) Numero totale di collaboratori: 1455

In Auxologico Procaccini: 11 (4 infermieri e 7 addetti customer), di cui 5 italiani.

6) Numero totale di collaboratori immigrati: 177, il 12,16% (di cui 75 extra-comunitari – 42,4% – e 102 comunitari – 57,6%) con una prevalenza di rumeni, peruviani e albanesi. I medici sono 6 su 167; i non medici sono 121 su 1289

In Auxologico Procaccini: 6 stranieri, provenienti da Cina, Filippine, Kenya, Russia, Svizzera.

7) Numero totale di tirocinanti immigrati: dato non fornito

8) Numero di eventuali collaboratori rifugiati e/o richiedenti asilo: dato non fornito

9) Numero di eventuali tirocinanti rifugiati e/o richiedenti asilo: dato non fornito

10) Applicazione di dispositivi/iniziative istituzionali a favore dell’integrazione lavorativa e dello sviluppo professionale dei migranti:

NO

Va precisato però che il mercato del lavoro italiano non riesce a soddisfare completamente le necessità di reclutamento del personale infermieristico, socio-sanitario, oggi anche medico. Le singole strutture di conseguenza, si rivolgono al mercato del lavoro internazionale per provvedere al proprio fabbisogno.

In questa prospettiva, alcune università italiane hanno attivato dei percorsi di formazione all’estero, a volte in partnership con le Università locali, soprattutto nei paesi dell’Est Europa (ad es. in Albania, Romania, Repubblica Ceca,…), così da avere personale formato e qualificato anche dall’estero, e in particolare da altri paesi membri dell’Unione Europea.

Inoltre, Il Ministero della Salute in ogni caso provvede ad una procedura per il riconoscimento dei titoli professionali conseguiti all’estero e che rientrano nell’area sanitaria, al fine di facilitare l’esercizio della stessa professione in Italia.

11) Inquadramento delle pratiche di inclusione e valorizzazione lavorative dei migranti in modelli di business e/o strategie competitive socialmente responsabili:

NO

Tuttavia il comportamento socialmente responsabile è insito nella mission di qualsiasi azienda sanitaria, che deve garantire il diritto di parità di trattamento e di possibilità di beneficio dei servizi sanitari e assistenziali, che ne abbiano titolo.

12) Sviluppo di iniziative in cooperazione con altri soggetti, e/o partecipazione a reti strutturate di collaborazione, per l’integrazione lavorativa e lo sviluppo professionale dei migranti:

Non esattamente. La Fondazione Auxologico nel perseguire politiche di sviluppo delle proprie strutture, nel 2015, in corrispondenza di EXPO e di un’accelerazione del processo di internazionalizzazione della città di Milano, ha ritenuto di arricchire la propria offerta di servizi nella direttrice indicata, ovvero la scelta di servizi internazionali.

In tale contesto è stata aperta la sede poliambulatoriale di via Procaccini: una sede aperta tutti i giorni, anche la domenica, e molto accessibile, sia dal punto di vista degli orari di apertura, sia dal punto di vista linguistico, grazie alla presenza di personale addetto multilingue (inglese, russo, cinese, rumeno).

La struttura sanitaria Auxologico Procaccini è nata per soddisfare i bisogni medico-assistenziali di tutti quei cittadini “temporanei” che vivono a Milano per ragione di mobilità internazionale (es. studenti internazionali, manager espatriati, imprenditori,…), quell’utenza presente sul territorio metropolitano e che ha bisogno di risposte linguistiche specifiche (ricomprendendo membri di comunità straniere – es. indiane, americani, giapponesi, svizzere, etc. – che possono rivolgersi a servizi para-pubblici), quei potenziali utenti internazionali attratti da Milano proprio per un turismo sanitario.

Il reclutamento, la selezione e l’assunzione di personale straniero e multilingue, specificatamente presso l’accettazione dell’Auxologico Procaccini, ha facilitato che gli utenti che si rivolgono a questa struttura siano in grado di relazionarsi con una persona che sa più lingue, culturalmente aperta, ed in grado di mostrare empatia verso gli utenti stranieri.

Inoltre, l’Auxologico Procaccini, grazie all’implementazione delle più moderne tecnologie, consente, a quell’utenza più smart, di prenotare online degli esame e di ricevere gli esiti su PC o Ipad in via telematica.

13) Azioni/iniziative fondamentali di diversity management a favore dei migranti:

Per i giovani stranieri l’Istituto Auxologico è in grado di offrire una foresteria (fino a 6 posti a Milano e una decina a Piancavallo).

Supporta i giovani nell’iter di riconoscimento dei titoli.

Attiva periodicamente degli stage per ricercatori, studenti, o liberi frequentatori che sono ospiti in foresteria ed ai quali riconosce un contributo economico oltre a vitto e alloggio.

14) Eventuali impatti già riscontrabili:

– Sito internet dell’Auxologico multilingue: italiano, inglese, russo, cinese,…

– Assunzione ed impiego di personale multilingue all’accettazione dell’Auxologico Procaccini

– Consolidamento dell’utenza internazionale, o appartenente alle comunità straniere – in particolare del Municipio 8 – presso l’Auxologico Procaccini

– Soddisfazione da parte degli utenti del servizio accettazione