1) Associazioni
2) Enti
3) Università

1) Associazioni:
Vedi di seguito l’elenco e la descrizione

1) Diamocilamano  Shoulashou
Via Paolo Sarpi 26 – 20154 Milano
Tel: Tel. 339-8591609 (in italiano)
Tel. 380-7486908 (in cinese 中文)
e-mail: info@diamocilamano.it
www.diamocilamano.it

L’Associazione di Promozione Sociale diamocilamano (shoulashou) nasce nel maggio 2011, per iniziativa di un gruppo spontaneo di amici, italiani e cinesi, motivati a contribuire al miglioramento e all’approfondimento dei rapporti tra le due comunità, cinese ed italiana. Diamocilamano si rivolge a tutti, grandi e piccini, e si propone come punto di riferimento, non solo per la comunità variegata del quartiere Sarpi, ma anche per chiunque ne condivida lo spirito di solidarietà e di amicizia. L’associazione offre spunti, stimoli, esperienze anche semplici ma significative per una coesione e una migliore qualità della convivenza civile.

Attività
• promuove e realizza interventi al fine di alleviare situazioni di disagio sociali
• organizza e gestisce corsi di lingua e cultura italiana e cinese
• organizza e gestisce corsi di educazione civica con particolare riferimento alle normative di maggior interesse per i migranti
• forma, prepara e collabora con operatori e insegnanti competenti per realizzare le finalità dell’associazione
• collabora con enti e istituzioni nei rapporti con la comunità cinese
• prepara e diffonde materiale informativo, realizza pubblicazioni, organizza convegni, seminari, corsi, manifestazioni

2) Associazione Giulio Aleni ONLUS
Via G. Verga 5 – 20154 Milano

Associazione, apolitica e aconfessionale, senza scopo di lucro, composta da soli volontari è riconosciuta dalla legge italiana: i soci provengono da diversi Paesi e diverse professioni.
L’Associazione “Giulio Aleni”, prende nome dal missionario gesuita italiano che per oltre quarant’anni visse in Cina nel secolo XVII. Giulio Aleni (Brescia, 1582 – Yanping, 1649) era un esperto astronomo, letterato, matematico e geografo. Dai cinesi è stato definito il Confucio d’Occidente perché ha portato in Cina tutta la sua grande conoscenza della cultura e della scienza europea. Aleni svolse opera di missionario e contribuì in modo determinante alla diffusione delle scienze astronomiche e matematiche occidentali in Cina e della cultura cinese in Occidente. Ha saputo “farsi cinese con i cinesi”, ha creato profondi rapporti di amicizia, si è vestito indossando i loro stessi abiti, ha imparato la lingua cinese. A distanza di molti secoli, i soci fondatori dell’Associazione Giulio Aleni vogliono idealmente continuare il lavoro di costruzione di un ponte tra Occidente e Oriente. Lo scopo dell’associazione è quello di favorire il dialogo e il rapporto tra i cittadini milanesi di origine cinese e quelli di origine italiana. Vengono perciò promosse e sostenute iniziative finalizzate a promuovere sia la conoscenza della cultura e della vita civile italiana per i nuovi immigrati, sia la memoria delle tradizioni culturali della patria d’origine per i cittadini italiani d’ascendenza cinese.

 Attività
L’Associazione presta la propria attività principale di volontariato nel campo dell’istruzione, a favore di persone in condizioni di svantaggio economico (corsi di lingua, cultura ed educazione civica italiana per cinesi recentemente immigrati). A favore di questi stessi beneficiari, l’Associazione fornisce anche servizi di primo orientamento legale e amministrativo su questioni di immigrazione nonché di ascolto e di supporto all’infanzia ed ai giovani. Per crescere nella conoscenza e nel rispetto reciproco, l’Associazione promuove l’organizzazione di eventi culturali sociali e ricreativi in occasione di festività e ricorrenze, nonché progetti di solidarietà locali ed internazionali.

3) Associazione ASSOCINA
e-mail: info@associna.com
www.associna.com

Associna è la prima e principale associazione delle nuove generazioni italo-cinesi nate e cresciute in Italia. Nata spontaneamente sul web nel 2005, essa è divenuta nel tempo un’associazione di respiro nazionale. Oggi l’Associazione è operativa nelle principali città italiane dove sono presenti cittadini di origine cinese: Milano, Prato, Roma, Padova, Genova, Torino, Bologna, Firenze. Ad Associna vanno attribuite l’apertura e la diffusione del dibattito sulle Seconde Generazioni di origine cinese nelle istituzioni, nelle organizzazioni italiane e nelle associazione cinesi. Oggi l’Associazione rappresenta un punto di riferimento non solo per le seconde generazioni italo-cinesi, ma per tutti coloro che vogliono conoscere più da vicino la cultura cinese e la multiculturalità di ragazzi cresciuti in Italia, dall’aspetto orientale. “Siamo ragazzi nati o cresciuti in Italia che, stufi di essere giudicati e classificati per il proprio involucro esteriore, cercano di sfatare i luoghi comuni come la generale chiusura della comunità cinese in Italia; chiusura che effettivamente c’è, ma limitata principalmente alla prima generazione e dovuta alla difficoltà linguistiche (il cinese basato sugli ideogrammi è totalmente diverso dalla lingua alfabetica italiana) e alle difficili condizioni economiche che non lasciano tempo per pensare ad altro se non al lavoro. Noi siamo i loro figli, nati o cresciuti in Italia, abbiamo frequentato scuole italiane, assunto uno stile di vita italiano, parliamo l’italiano come madrelingua. La nostra necessità di integrazione è identica a chiunque sia nato e cresciuto in Italia; non siamo degli immigrati, nel “bel paese” ci siamo sempre stati. Riteniamo che la società nella quale viviamo debba rimuovere i seguenti ostacoli alla convivenza: la diffidenza verso chi ha semplicemente un aspetto diverso; i pregiudizi e le troppe generalizzazioni mediatiche; la burocrazia dei permessi di soggiorno che continua a considerarci stranieri anche dopo una vita vissuta in Italia; le leggi in materia, non più al passo con la realtà sociale delle seconde generazioni.”

Attività
Associna organizza proprie iniziative per creare momenti di condivisione e incontro e valorizza le differenze come ricchezza culturale. Associna opera nel dare voce e rappresentanza alle seconde generazioni italo-cinesi, perché le loro caratteristiche interculturali possano essere potenziate e messe a disposizione per sviluppare sinergie positive fra la società italiana e quella cinese.

4) Istituto Confucio
Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione
Piazza Indro Montanelli 1, stanza T037
20099 Sesto San Giovanni (MI)
Tel. +39 02 50321675 (da lunedì a venerdì, 10.00-13.00)
fax +39 02 50321676
info.confucio@unimi.it
Sito: www.istitutoconfucio.unimi.it

L’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano fa parte di una rete mondiale di circa 300 centri sparsi in 80 stati (8 in Italia) ideata per promuovere e diffondere la lingua e la cultura cinesi attraverso l’accordo tra prestigiose università cinesi e straniere. L’Istituto nasce dalla collaborazione dell’Università degli Studi di Milano con la Liaoning Shifan Daxue (Liaoning Normal University) e l’Ufficio per la diffusione della lingua cinese nel mondo (Hanban) di Pechino.
Si organizzano corsi di lingua cinese a diversi livelli, corsi di preparazione all’esame HSK (esame riconosciuto dal governo cinese per la valutazione delle competenze linguistiche di coloro la cui madre lingua non è il cinese), corsi di business chinese, corsi di calligrafia, corsi di taiji quan, lezioni gioco per bambini.

5) Associazione Italia-Cina
Piazza IV Novembre 1 – 20124 Milano
Tel./Fax 02 6690661
E-mail  italiacina@tiscali.it
www.italiacinami.org

L’Associazione Italia-Cina venne fondata con lo scopo di promuovere e approfondire la conoscenza della Cina. La sua attività sul territorio italiano si sviluppa per mezzo dei circoli, presenti in numerose regioni. La sede nazionale è a Roma, piazza Grazioli 18.
Il Circolo di Milano non ha fini di lucro e la sua attività si rivolge in particolare alla promozione e allo sviluppo dei rapporti culturali, artistici, sociali e di amicizia tra l’Italia e la Cina. Il Circolo di Milano, tramite il suo Centro studi e servizi, si occupa anche di ricerche, consulenze, traduzioni e interpretariato. Esso si propone infine alIe scuole dell’obbligo che si trovano ad affrontare situazioni connesse con la presenza, spesso numerosa, di alunni cinesi. Con progetti mirati destinati al corpo docente e agli stessi studenti cinesi e con interventi ad hoc concordati con gli organismi collegiali, i nostri esperti operano per favorire l’inserimento degli alunni cinesi e sviluppare, in ambito scolastico, una corretta conoscenza della cultura e delle tradizioni della Cina.

TORNA_SU

2) Enti a Milano:
Vedi di seguito l’elenco e la descrizione

1) ISIAO   (Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente)
Via Festa del Perdono, 7 – 20122 Milano
Tel: 02 50312376 – 77
Fax: 02 58315453
e-mail: isiaomilano@unimi.it

L’IsIAO, tra le sue finalità più rilevanti, ha quella di diffondere la conoscenza delle lingue e delle culture dei paesi dell’Africa e dell’Oriente attraverso appositi corsi. Attualmente i corsi si tengono a Roma, a Milano, a Ravenna. Gli insegnamenti attivati comprendono il cinese, il giapponese, l’arabo, il persiano (quest’ultimo solamente a Roma), l’indonesiano, l’hindi, il coreano e l’ebraico (gli ultimi quattro soltanto a Milano).

2) Fondazione Italia-Cina
Palazzo Clerici – Via Clerici, 5 – 20121  MILANO
Tel.: 02 36561073
sito: www.italychina.org

La Fondazione Italia Cina è stata voluta per migliorare l’immagine e le modalità della presenza dell’Italia in Cina e per realizzare un diverso posizionamento strategico-commerciale. La valorizzazione della presenza italiana in Cina è supportata dalla promozione di eventi ed attività formative (corsi di lingua cinese), culturali, economiche e scientifiche, così da presentare l’Italia come “Sistema Paese”. Coerentemente con la sua missione, la Fondazione assiste gli operatori italiani privilegiando iniziative di sistema che coinvolgano pubblico e privato ma anche fornendo consulenza mirata alle aziende.

TORNA_SU

3) Università a Milano:

1) Università di Milano-Bicocca
http://www.unimib.it
Facoltà di Scienze della Formazione Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa”.
Laurea specialistica in scienze antropologiche ed etnologiche: con curriculum specifico incentrato sulla lingua e la cultura cinese.

2) Università Cattolica del sacro Cuore
http://www.unicatt.it
Facoltà di scienze linguistiche e letteratura straniere.

3) IULM libera Università di lingue e comunicazione
http://www.iulm.it

pornrips.cc site-rip.cc vip-rip.org